Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘monodi’ Category

Nel frattempo…

Sì, sì, continuate pure… Chè mentre siete in giro, andate al cinema, o restate a casa a grattarvi la pera, qualcuno lavora alacremente, anche per voi, nel buio di un orrendo scantinato.

561845_10201810169038521_477348574_n

Read Full Post »

…Perchè stavamo preparando il successo dell’estate, che in Nuova Zelanda sta per arrivare. Per questo l’abbiamo registrato in inglese. In questi tempi di Videomusic, non si può far partire un pezzo senza le immagini adatte. Per questo Luca Zeero ha fatto un bel video.

.

Visto che nessuno (tranne forse Maurilio) aveva alba di che cosa stessi cantando, trascrivo il testo integrale (solo per appassionati di tematiche sociali).

It came to me as I walked my door into a shiny garden

a weirda vibe you can call it fear: move away from home

the perfect feeling I was part of a heavy-breathing monster

I take my car and I start to drive 

inna Babylon, turn the radio on, set the music on the run

All those years a long time ago fighting with the lions

No one thought that we would end up surrounded by trash

So here I am in the middle of a roaring big arena

at the wheel with a mobile phone,

as you see I’m on, for somebody’s fun, till the day is done

I stop my car in the morning sunna: traffic jams never help production

Children scream, I need to get outta

I grab my bag and I start to runna

.

RUNNA FORRA BETTA LIFFA, RUNNA FORRA BETTA LIFFA

Gotta runna in the sunna for a betta kind of liffa,

betta runna, gotta runna for a liffa in the sun

Free, every single day of life is free

Wheeling, steering, dealing ain’t just like to breath

dig it sister, no need to go deep

Here, you can almost feel that life is here

Monday morning early calling of a dream

lifelong plans and deals are falling free

RUNNA FORRA BETTA LIFFA, RUNNA FORRA BETTA LIFFA

If you don’t get on the bussa when you see your time has comma,

feeding you with greed and fighta life can treat you like a dog (yeah)

.

It came to me as I walked my door into a shiny garden

a weirda vibe you can call it fear: move away from home

the perfect feeling I was part of a heavy-breathing monster

I take my car and I start to drive inna Babylon

All those years a long time ago fighting with the lions yeah

No one thought that we would end up surrounded by trash

So here I am in the middle of a roaring big arena

at the wheel with a mobile phone,

as you see I’m on, till the day is done, fighting lions was more fun.

(l’Omino)

Read Full Post »

I Monodi in studio

Dopo due anni di silenzio, i Monodi tornano in studio per registrare un paio di pezzi. L’appuntamento è fissato per lunedì 10 & martedì 11 giugno. Uno dei brani conterrà un estratto di “Tryin’ to throw your arms around the world” degli irlandesi U2. Questa notizia, che lascerà indifferente la quasi totalità del genere umano, viene data su questo blog per dimenticare rapidamente il post precedente.

Read Full Post »

Guardando le ultime foto dei Monodi, un amico ha commentato: “C’è poco da fare: guardando voi e pensando a voi c’è un solo commento: siamo vecchi”. E’ vero: siamo vecchi, presto vecchissimi.190500_10152754901435618_1673743739_n

Risolto anche questo problema, rimane la musica. I Monodi si sono rimessi all’opera; nelle ultime settimane Alex Shurti & la sua chitarra elettrica si sono uniti al combo, portando una significativa evoluzione nel sound della band: adesso, infatti, c’è anche una chitarra elettrica. Folgorati da questa svolta, i Monodi hanno concluso che non si può evitare di regalare al mondo un singolo di successo per l’estate 2013. Stiamo lavorando per voi, quindi. In attesa di risultati concreti, accontentatevi delle foto di un gruppo vecchio, ma non per questo saggio.

393169_10152754885380618_1826679206_n 183092_10152754885280618_729507763_n

940888_10152754885425618_803114082_n

943755_10152754921510618_1906626834_n

294817_10152754885175618_893087408_n

Nello sfasciume dei nostri corpi in decomposizione (per non parlare delle menti), c’è un membro della band che riesce ancora a mantenere un aspetto gradevole, tanto da essersi impossessato del titolo di “Bello del Gruppo”… Indovinate un po’ chi è… Anzi, chi sono…

262406_10152754923385618_1070547547_n

i fratelli Berta, i belli del gruppo.

l’Omino

Read Full Post »

Non è vero!

Non è vero che utilizzare un pezzo dei Monodi per un filmato porta sfiga. Questo video di skaters giapponesi, ad esempio, naviga verso le 30mila visualizzazioni…

Read Full Post »

In crociera con i Monodi

Vagolando in internet abbiamo scoperto altre cose interessanti sulla musica dei Monodi… Ad esempio, che il quasi dimenticato “Dresda”, drammatico pezzo strumentale del periodo bulgaro, è stato usato per commentare le immagini della Viking Cinderella, nave da crociera attualmente in servizio sulla tratta Stoccolma-Riga.

Ma non basta! Lo stesso pezzo attualmente serve da sountrack a: la luna vista dalla Scozia, un cane che nuota in mare, un paio di acquari, dei tizi che vanno sulle montagne russe, uno che palleggia in Marocco, due sorelle in posa, un video mistico cinese, uno che si chiama Gesù, e riprende la sua scuola elementare, dei macchinoni americani, una ragazzina su un Cessna, due muletti che si menano, una tipa al computer (carina), un teen idol sudcoreano, l’apertura di un diario decorato, una che si è appena diplomata, una cucciolata di cani in Danimarca.

E’ un mondo bizzarro.

l’Omino.

Read Full Post »

Big in Oman!

Vagolando in internet, N.I.T. Beluga, batterista emerito dei Monodi, ha scoperto che il pezzo “Notte arabian” è stato usato come soundtrack per ben due video di danza del ventre.

Il primo filmato, caricato in Brasile, assembla materiale recuperato per lo più da canali satellitari mediorientali. Si tratta di un video pregevole, anche artistico, non fosse per la colonna sonora.

Il secondo filmato, caricato in Germania, propone un’interessante performance maschile, probabilmente ripresa in qualche club per scambisti di Amburgo. Solo per appassionati, lo trovate cliccando qui.

La scoperta dei filmati ci permette di citare & rendere giustizia al vocalist presente nell’ultima parte del brano: Nikolas Zannos, bizzarro greco presente a Udine negli anni novanta, in seguito partito in moto per Plutone. Non si sa se sia mai arrivato.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: